Il trading delle correlazioni con le opzioni binarie

trading correlazioni opzioni binarieTramite le opzioni binarie, denominate a volte anche „Binary Options“, si possono mettere in atto molteplici strategie di trading. Oltre alle tradizionali strategie del trend-following o della strategia del trading in controtendenza che si basano quasi del tutto sull’analisi tecnica dello strumento sottostante oggetto del trade, esistono anche delle strategie utili che prendono in considerazione i nessi tra gli underlyings coinvolti. In modo simile a quello della Strategia di hedging con una “Pair” di opzioni binarie, anche nel trading di correlazioni vengono utilizzate varie opzioni.

Cosa sono le correlazioni?

Spiegato con parole semplici, per correlazione s’intende un nesso evidente riguardo all’andamento delle quotazioni di diversi assets sui mercati finanziari. Si parla di un andamento positivo delle quotazioni quando 2 assets, ad esempio 2 azioni, si stanno comportando in modo quasi identico. In grandi linee, si può presumere, ad esempio, che sia le azioni della Daimler sia anche quelle della BMW subiranno un rialzo nel caso d’informazioni positive riguardanti il settore dell’automobile. Le correlazioni negative invece descrivono proprio l’incontrario, cioè degli andamenti del tutto differenti. Una situazione del genere viene a crearsi ad esempio spesso in relazione ai prezzi delle materie prime e delle azioni di imprese che dipendono in misura notevole da tali materie prime. Di norma un prezzo del petrolio in notevole rialzo risulta, ad esempio, sfavorevole per le compagnie aeree quali l’Air Berlin o la Lufthansa.

Come si possono trarre profitti dalle correlazioni con le opzioni binarie?

Prima di tutto è importante trovare degli strumenti sottostanti che tra di loro presentono delle correlazioni – non importa se positive o negative – più salde possibili. A questo scopo si analizzano semplicemente gli strumenti sottostanti negoziabili presso il proprio broker. Sicuramente, sarà possibile individuare delle combinazioni interessanti simili a quelle descritte sopra. Delle correlazioni positive si trovano, di frequente, tra azioni diverse appartenenti allo stesso settore. Invece, delle correlazioni negative si trovano spesso e volentieri nella combinazione azione/materia prima. Però, anche tra gli indici e le valute si possono individuare delle somiglianze e delle differenze. Per la valutazione del grado di saldezza del nesso tra le quotazioni, si propone un confronto delle quotazioni dei relativi strumenti sottostanti registratesi nel passato.

Seguire gli strumenti sottostanti e le notizie

Per l’osservazione dell’andamento delle quotazioni, un ottimo approccio consiste nel visualizzare gli strumenti sottostanti correlati tra di loro direttamente, l’uno acconto all’altro, sulla piattaforma di trading. Nel caso di notizie positive o di movimenti più accentuati riguardanti uno degli strumenti sottostanti si può trarre profitto dal fatto di essere in grado di prevedere il probabile comportamento del relativo strumento sottostante correlato. I movimenti adeguatamente marcati di uno degli strumenti sottostanti possono essere utilizzati con buone possibilità di successo come un punto d’entrata nello strumento sottostante correlato. In questo modo si può, ad esempio, sfruttare un forte rialzo del prezzo del petrolio collocando una put-option su delle quotazioni in ribasso per delle azioni dipendenti in modo notevole dal prezzo del petrolio.

In un certo senso, la presa in considerazione di correlazioni è, quindi, un provvedimento efficace per individuare un punto d’entrata favorevole e di ridurre il rischio. Importante è di rendersi conto che le correlazioni non sussistono per sempre e che possono cambiare di frequente. Spesso però, rimangono stabili per un periodo più lungo e tale circostanza può essere sfruttata bene.

>> Broker opzioni binarie confronto


Cosa ne pensi? Lascia un commento!